Barterfly & Sfero

barterfly

Ciao Tatiana,

è con grande piacere che riprendiamo una comunicazione… interrotta solo da un gran daffare.
Sappiamo che la tua presenza è una costante per noi, che il tuo apporto - assieme alle altre migliaia di sostenitori - è stato determinante per procedere verso una meta che ora vediamo concretizzarsi sempre più chiaramente. È per questo che ci scusiamo di questo lungo silenzio.
Gli ultimi mesi ci hanno visto assolvere ad un compito complesso ed assieme vitale.
Come ben sapete l’emergenza - se da un lato ha rovinato le nostre vite e l’economia del paese - dall’altro ha svegliato molte coscienze, persone che si sono poste domande, cercato risposte e che hanno pensato di agire, proprio come noi.
Sul piano dell’economia orizzontale e solidale, alcune “monete complementari” già esistenti si sono rafforzate, alcune nuove sono nate, mentre moltissimi sono i progetti in fieri. Sviluppi forse troppo magmatici.
La fondazione BARTERFLY, dal canto suo, ha infatti compreso che una dispersione in mille rivoli non rende efficace i sistemi di scambio non legato alla moneta corrente, anzi, rischia di affossarli.
Così ha trovato in MONETHICA un partner affine, affidabile, evoluto e già a buon punto nella costruzione di nuove reti e mercati. Una unione che potrebbe fungere da catalizzatore, da calamita, per altre realtà emergenti.
“Fidanzarsi” - anche lavorativamente - non è mai semplice: c’è una conoscenza umana indispensabile da effettuare, una sintesi dei valori da condividere, conti da far quadrare, responsabilità da attribuire: per questo, caro amico, siamo rimasti così a lungo silenziosi, eravamo impegnati strenuamente dapprima a capire se BARTERFLY e MONETHICA potevano imboccare un sentiero comune e -successivamente - come procedere.
In questo fidanzamento il gruppo di MONETHICA, guidato da Umberto Vavalli, porta in dote un rigoroso know how giuridico-fiscale (inattaccabile da parte di Istituzioni statali che spesso mal tollerano la liberazione economica dei cittadini). Inoltre MONETHICA conferisce all’unione un preciso sistema di regolamento (pagamento) sullo stile di PayPal, per comprenderci.
Per parte sua BarterFly aggiunge a tutto questo sia un gruppo coeso da valori e capacità variegate, che, soprattutto il Social network SFERO.me - recentemente arricchito di molte funzionalità - che è lo strumento perfetto e definitivo per la realizzazione dei progetti della Fondazione: cioè una grande Piazza Virtuale (ed anche reale, fisica) che contenga un mercato tra aziende (B2B), mercato tra aziende e consumatori (B2C), mercato tra consumatori (C2C, legato anche all’economia del dono), senza dimenticare quegli elementi che determinano l’unicità e la validità di questa “piazza” e cioè la creazione di un polo informativo, una agenzia di pubblicità etica ed innovativa ed, infine un corposo polo formativo.
Sta già avvenendo che molte realtà emergenti prendono contatto con noi per partecipare a tutto questo, senza dover rinunciare alle rispettive identità e denominazioni, apportando stabilità al sistema che deve potersi allargare velocemente. Auspichiamo che questo accada per evitare eccessive frammentazioni.
Ti chiederai, caro amico, se quanto abbiamo raccontato sia fattibile già domani. La risposta è “si” e “no”.
Per il “sì”: con il vostro aiuto abbiamo già costituito la Fondazione e dotato Sfero di funzionalità che aiutino le associazioni, i movimenti a lavorare meglio e alle imprese a farsi conoscere nel loro territorio; abbiamo migliorato e messo a punto tutti gli aspetti tecnici, legali, fiscali, comunicativi; siamo pronti a partire.
Per il “no”: per completare il disegno manca ancora l’ultima fase del progetto ovvero la realizzazione del marketplace e altre funzionalità strategiche per Sfero come i video, ma il 2 aprile partirà una seconda raccolta fondi finalizzata proprio a questi obiettivi. Ci aiuteranno gli influencer di SFERO e ci aiuteranno tutti coloro che insieme a noi vogliono partecipare alla costruzione di un mondo nuovo fatto di collaborazione e supporto reciproco.
Questo ultimo sforzo è necessario per rendere operativo e autosostenibile economicamente tutto il meccanismo.
Dal 2 aprile, dunque, sottoscrivere la nascita del sogno significa compiere un’azione di impegno sociale, un gesto di responsabilità, un atto di forte consapevolezza.
Seguici sui social, entra in SFERO, resta con noi.

Team BarterFly

 

Burrocacao fai da te, per proteggere e idratare le tue labbra by Françoise Pigeay

api

Ecco una ricetta semplice semplice per nutrire, proteggere e abbellire le vostre labbra durante l’inverno.


Per realizzare questa ricetta, per farne circa 10 ml, vi serviranno:
• 5gr di burro di karité, ricco di acidi grassi essenziali (noti come omega 3) e di vitamine (A,C, e E), idrata e cicatrizza le labbra screpolate e secche
• 2gr di olio di sesamo, è un olio ricco di acidi grassi essenziali, ristruttura tutti i tipi di pelle, indicato per pelli disidratate o/e irritate, lenisce la pelle disidratata o irritata
• 2gr di cera d’api che idrata e protegge le labbra
• 2gr di miele nutriente, protettivo e lenitivo


Come procedere: mette a bagnomaria la cera d’api con il burro di karité e l’olio di sesamo. Una volta che gli ingredienti si sono fusi, toglierli dal fuoco e aggiungere il miele. Mescolare fino ad ottenere una pasta omogenea e mettere in un contenitore precedentemente disinfettato. Questo balsamo può essere utilizzato come cura, in prevenzione e a protezione. Può essere conservato per 3 mesi a temperatura ambiente.

MyTributeToLife.com Tatiana Coan
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Utilizziamo i cookie sul nostro sito Web. Alcuni di essi sono essenziali per il funzionamento del sito, mentre altri ci aiutano a migliorare questo sito e l'esperienza dell'utente (cookie di tracciamento). Puoi decidere tu stesso se consentire o meno i cookie. Ti preghiamo di notare che se li rifiuti, potresti non essere in grado di utilizzare tutte le funzionalità del sito.