MikhaelAivanhov"Grazie alla nutrizione noi riceviamo elementi indispensabili alla vita. Ma per poter beneficiare di tutto quello che la nutrizione ci apporta, non solo dobbiamo essere coscienti di ciò che l’atto di mangiare rappresenta per la nostra salute, ma dobbiamo fare anche un lavoro tramite il pensiero. Mettendo in bocca il cibo possiamo concentrarci sulla saggezza e continuare poi con la pazienza, la giustizia, l’amore, la purezza, l’umiltà, la riconoscenza ecc. 
Omraam Mikhaël Aïvanhov

PeterDeunovNon dimenticate mai, che il futuro dell’essere umano é determinato dal cibo che assume. Più puro e sano è il cibo che assume, più chiaro e sublime è il futuro che prepara per sé stesso.
La Natura ha chiaramente stabilito per gli esseri cosa devono mangiare. Essa ha deciso che l’essere umano deve mangiare prodotti freschi e puri che non si deteriorano facilmente e velocemente. La cucina attuale non è naturale. Si é allontanata dalla cucina della Natura e questa è la causa del fatto che gli esseri umani rischiano d’avere parecchie malattie e sofferenze.
Peter Deunov

Paracelsus“Non vi è alcun farmaco né alcuna virtù terapeutica che si possa riversare nell’organismo. Solo una cosa è in grado di farci ritrovare la salute: è l’incomprensibile esperto e infinitamente capace “terapeuta” che si trova in noi. Egli è in grado di curare tutto. Quando una persona si ammala è solo perché “il terapeuta” è stato indebolito o ostacolato da una condotta di vita errata. Non ho bisogno di fuoco, quanto piuttosto solo di una minuscola scintilla. Una scintilla, infatti, è in grado di far prendere fuoco ad un bosco intero. Cerca la scintilla che accenda il fuoco delle tue virtù di auto-guarigione!”
Theophrastus Paracelsus

LucioRusso“Essere innamorati non significa necessariamente amare - scrive Denis Rougemont - essere innamorati è uno stato; amare è un atto” Si subisce uno stato, ma si decide un atto. L’arte però è quella di trasformare lo stato passivo dell’innamoramento in quello attivo dell’amore. L’incontro, l’innamoramento o la passione sono infatti prodotti della necessità o del karma, mentre l’amore è un prodotto della libertà. Si usa dire, ad esempio, che “il matrimonio è la tomba dell’amore”: ma il matrimonio, semmai è la tomba di quell’innamoramento o di quella passione dalla quale si è appunto chiamati a far risorgere l’amore.
Lucio Russo

Love“L’amore è paziente, l’amore è benigno, non è invidioso, l’amore non si vanta, né si insuperbisce; non rifiuta alcun servizio, non cerca il proprio interesse, non si adira, non tiene conto del male che riceve, non gode dell’ingiustizia, ma si rallegra della verità. Tutto scusa, tutto crede, tutto spera, tutto sopporta.” Paolo (Cor.13,4-7)

MassimoScaligero“Il vero amore di sé non è amore di sé, ma amore del mondo: amore dell’altro. Dell’altro senza cui il darsi non vi sarebbe chi amare. Senza l’altro da amare non potrebbe esservi amore. (…) il mistero dell’altro è ciò che può essere conosciuto soltanto in quanto possa muovere non dall’altro, ma dall’Io che si è: perché soltanto l’Io è ciò che può essere oltre se stesso. L’altro come altro da noi separato è il segno dell’Io: della sua incompiutezza sul piano terrestre: della sua possibilità di compiersi. L’altro è il simbolo dell’Io che può compiersi: che può superare l’opposizione di un’alterità sorgente come alterità per l’Io. (...) Perciò nel donarsi, l’Io attua la sua infinità: riempie di suo movimento lo spazio che lo separa dall’altro e per cui l’altro è l’altro. Tale movimento è l’amore, come ciò che ancora deve sbocciare nel mondo, ma è la segreta vita dell’Io. E’ già compiuto e tende ad affiorare nell’anima come tessuto incorporeo del pensiero.”

Massimo Scaligero

CatherineKousmine“Voler cambiare il mondo è illusorio, mentre capire che è necessario cambiare prima di tutto se stessi, è prova di saggezza. Alimentarsi in modo cosciente vuol dire iniziare a cambiare e dimostrare di voler essere responsabili della propria salute.”
Catherine Kousmine

RudolfSteinerNoi appunto viviamo nell’epoca attuale in condizioni sociali che a partire dall’istinto umano pervertito ricercavano l’esatto contrario di quello che si dovrebbe perseguire sulla base della conoscenza del vero. Questa è la terribile tragedia dell’epoca attuale. Questa è la terribile, ma anche l’assoluta necessità per un anelito verso il futuro, cioè che noi riconosciamo come debba essere costruito l’ordine sociale, come possa essere costruito solo sul libero pensare, sulla fiducia per quello che Goethe intendeva, quando volendo definire il dovere disse: “Dovere, ciò per cui si ama quello che ci si comanda da sé”.
Rudolf Steiner

Food Inc


FOOD, Inc. - Il documentario più sconvolgente. Non guarderai più al cibo allo stesso modo.
Quanto sappiamo realmente del cibo che arriva sulla nostra tavola?