ALERT!!! E’ in atto una rapina …così ci avverte M.me Cristine Lagarde

Christine-Lagarde

ALERT!!! E’ in atto una rapinacosì ci avverte M.me Cristine Lagarde

Ho provato un brivido di freddo e di grande inquietudine per un incontro molto particolare: in sogno ho incontrato e parlato con Madame Cristine Lagarde e qui in rosso trovate in sintesi il suo messaggio.

Il 2015 sarà un anno molto duro, un anno durante il quale inizieremo ad intravedere la imperturbabile distruzione che è iniziata da fine 2012…

Questa locomotiva impazzita che si chiama Europa, il cui scopo ormai è sempre più oscuro visto che è nata con l’obiettivo di unire i popoli e favorire gli scambi delle merci, mentre oggi si ritrova nel ruolo di uno stato satellite assoggettato e controllato dagli Stati Uniti. L’ Italia, in primis, dopo la seconda guerra mondiale, é diventata una colonia americana per quel che riguarda la gestione politica e militare e una colonia americana/cinese dal punto di vista commerciale. In poche parole, questo stato fantoccio Pan Europeo voluto dagli Stati Uniti per meglio manipolare ogni singola nazione ricalca in modo spaventoso l’ex-Urss.

Infatti comparando la storia dell’ex-impero sovietico, le similitudini sono agghiaccianti: all’epoca di Lenin e di Stalin si instaurò una dittatura, il paese veniva gestito dal politburo, un pugno di intoccabili al cui vertice c’era un nuovo tipo di zar, un dittatore spietato e crudele, che ha obbligato intere popolazioni a lasciare i propri paesi per evitare l’insorgere di focolai, ha delocalizzato gli impianti produttivi e il paese era tenuto sotto la feroce sorveglianza di un apparato di polizia e di intelligence, il KGB.

Ai giorni nostri, non possiamo non riconoscere che ci ritroviamo con un parlamento Europeo che non è stato eletto dai cittadini: ancora una volta si tratta di un gruppo di burocrati che si sono tutelati grazie a leggi ad personam, da loro stessi redatte e grazie alle quali non potranno essere perseguiti legalmente da nessun tribunale; i singoli paesi europei sono costretti a produrre merci secondo i diktat di questa nomenclatura europea; le maggiori aziende italiane e straniere hanno delocalizzato la produzione nei paesi dell’Est, Polonia e Cina e infine “democraticamente” siamo nuovamente obbligati ad emigrare per cercare lavoro. Inoltre, è stato introdotto un servizio di polizia che fa impallidire il vecchio KGB, perché i suoi agenti, come gli stessi politici, sono degli intoccabili, al di sopra di ogni legge e tutte le nostre telefonate e dati personali sono controllati dall’NSA in collaborazione con i governi, come ci ha svelato Edward Snowden.

Alla luce dei fatti sopra esposti, credo sia lecito chiedersi se l’obbiettivo di questa casta di corrotti servitori dell’impero Americano, non sia proprio quella di distruggere ogni singolo paese europeo, massificare o meglio vaccinare americanizzando tutti i cittadini, privarli di un’educazione, delle loro risorse, della loro cultura e soprattutto della loro memoria.

 

Con tutta probabilità questa locomotiva non si schianterà quest’anno, è più probabile supporre che lo schianto sia posticipato al 2017, questo perché ci sono ancora molte mucche da mungere. Mi riferisco non solo dei risparmi di noi italiani, ma anche di quelli di tutti i cittadini degli altri stati membri, vista la continua e sempre più pressante tassazione che verrà applicata in tutti i paesi e alla fine anche in Germania e Austria..  

 

Sarà forse l’anno del reset di cui tanto parla M.me Lagarde?

Forse no, ma per certo potremmo assistere di nuovo alla chiusura di qualche banca e a un prelievo forzato come è successo a Cipro. Questo avverrà di DOMENICA. In quale paese? certo è che Italia e Spagna sono i paesi più a rischio o i più favoriti. In Francia non è conveniente far scoppiare una simile “bomba”, perché i francesi, sono gli unici rivoluzionari d’Europa e il giorno stesso tutta la popolazione scenderebbe in piazza paralizzando l’intero paese. Invece, se succedesse in Italia, come al solito, ci lamenteremo ma continueremo a pagare e a stare zitti….

La grande mattanza dell’economia dei popoli europei inizierà proprio il prossimo anno e non ci resta che sperare che, avendo già vissuto due guerre mondiali, riusciremo in pace a mandare a casa questo covo di serpi che in ogni paese Europeo, stanno prosciugando le risorse degli stati e riducendo sul lastrico sempre più cittadini europei. L’esempio che ogni paese europeo dovrebbe seguire è quello implementato dall’ISLANDA, dove i cittadini hanno mandato a casa i politici e i banchieri, le banche sono state nazionalizzate e i nuovi governanti rispondono ora al popolo. E’ probabile che qualcuno venga ucciso nei palazzi del politburo europeo, probabilmente, come al solito, si tratterà di chi vuole portare alla luce le tante verità nascoste oppure assisteremo allo scoppio di focolai di rivoltosi che verranno messi a tacere dal KGB made in Europe. Certo è che chi si opporrà al sistema, potrà venir rapito e giustiziato in segreto, le notizie saranno sempre più manipolate con l’obbiettivo di tenere i cittadini lontani dalla verità. Basta ascoltare un telegiornale per comprendere come le notizie sono sempre le stesse e le bugie sempre più palesi.

 

Il 2015 sarà inoltre l’anno dei tanto attesi crolli in borsa, probabilmente, assisteremo a un nuovo 1986 o forse a un nuovo 1929, lo potremmo definire “1929 re-loaded”.I mercati potrebbero scendere già da fine gennaio, per certo in picchiata da febbraio fino ad Aprile. Una carneficina che ha il solo scopo di mettere in ginocchio chi ancora crede “nei mercati finanziari” ormai palesemente e completamente manipolati. Tutto questo culminerà quando la luna e il sole saranno entrambi in pesci.

Buone riflessioni!

Tatiana Coan